Sterilizzazione e sanificazione di ambienti e attrezzature

Il Ministero della Salute ha indicato, per la pulizia degli ambienti sanitari “adeguate procedure di sanificazione che includano l’utilizzo dei comuni disinfettanti di uso ospedaliero, quali ipoclorito di sodio (0.1% -0,5%), etanolo (62-71%) o perossido di idrogeno (0.5%), per un tempo di contatto adeguato” e ancora “pulizia accurata delle superfici ambientali con acqua e detergente seguita dall’applicazione di disinfettanti comunemente usati a livello ospedaliero (come l’ipoclorito di sodio)”. Per gli ambienti non sanitari “A causa della possibile sopravvivenza del virus nell’ambiente per diverso tempo, i luoghi e le aree potenzialmente contaminati da SARS-CoV-2 devono essere sottoposti a completa pulizia con acqua e detergenti comuni prima di essere nuovamente utilizzati. Per la decontaminazione, si raccomanda l’uso di ipoclorito di sodio 0,1% dopo pulizia. Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio, utilizzare etanolo al 70% dopo pulizia con un detergente neutro”. E ancora “Vanno pulite con particolare attenzione tutte le superfici toccate di frequente, quali superfici di muri, porte e finestre, superfici dei servizi igienici e sanitari. La biancheria da letto, le tende e altri materiali di tessuto devono essere sottoposti a un ciclo di lavaggio con acqua calda a 90°C e detergente. Qualora non sia possibile il lavaggio a 90°C per le caratteristiche del tessuto, addizionare il ciclo di lavaggio con candeggina o prodotti a base di ipoclorito di sodio)” (Circolare 5443 del 22.02.2020 del Ministero della Salute)

INOLTRE OTTICA VERNA APPLICA L’ ATTIVAZIONE DELLA STERILIZZAZIONE AD OZONO PER UN’ORA TUTTE LE NOTTI E LA STERILIZZAZIONE UV TUTTE LE SETTIMANE.
PULIZIA DI TUTTE LE ATTREZZATURE DELLA SALA DI RIFRAZIONE FRA UN CLIENTE E L’ALTRO CON PRODOTTI A BASE DI ETANOLO.

 

Xiaomi Mi Air Purifier 3H Purificatore d’Aria, Rimozione Polline Polveri fino a 0,3 micron e Peli di Animali.

Condividi: